News

Consigli per realizzare i semifreddi

consigli-per-realizzare-i-semifreddi

Il semifreddo è un dolce al cucchiaio tipico della nostra cucina tradizionale, da preparare in anticipo e quindi molto adatto per chi deve organizzare pranzi o cene elaborati e può così risolvere il problema del dessert. La prima cosa da sapere è che il semifreddo non è un gelato e la sua preparazione è infatti diversa. Il semifreddo, infatti, prevede la presenza di più elementi zuccherini e grassi e, contenendo meno acqua, gela di meno e rimane più soffice e morbido rispetto al gelato.

Il semifreddo all’italiana

La base del semifreddo è la meringa all’italiana, ossia l’albume d’uovo montato con zucchero cotto. Questa preparazione si ottiene cuocendo lo zucchero sino a raggiungere 121° centigradi. Lo zucchero va poi versato e unito agli albumi montati, mescolando con la frusta ed ottenendo una sostanza consistente e densa. Alla meringa andrà poi aggiunta la seconda preparazione, il pâte à bombe, composto che si produce con lo stesso procedimento della meringa italiana ma sostituendo l’albume con il tuorlo. Si aggiungono poi la panna ed eventuali altri ingredienti ed aromi come scaglie di cacao, granelle, scaglie, a piacere. Il semifreddo va poi riposto in freezer per un periodo tra le 6 e le 8 ore e fatto uscire almeno 20 minuti prima di servirlo.

Vuoi imparare tutti i trucchi ?

Esistono tuttavia alcuni importanti dettagli da tenere a mente per avere un risultato finale ottimale, da vero pasticcere. Se vuoi preparare in maniera impeccabile i migliori dolci della tradizione italiana, come anche quelli delle cucine estere, la cosa migliore è apprendere direttamente dalla viva voce e dalle mani esperte dei migliori professionisti. Il corso di pasticceria di base di PM Formazione risponde pienamente a questo proposito. Vuoi sapere di più rispetto ai metodi di insegnamento e al programma del corso? Visita questa pagina e non scordarti di consultare l’elenco di tutti i nostri corsi in fase di attivazione nelle principali città italiane.

0 Comments
Share

Rispondi al tuo commento:

Indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *